top of page
  • Immagine del redattoreinfo570686

Antivist - “Slenderman”

Il singolo d’esordio della cantautrice americana



Un invito alla fuga, dall’ansia, dalla paura e da un’infanzia senza amore. Scappare da “Slenderman” è un modo per non restare intrappolato nell’ansia, per fuggire dalle proprie paure, almeno fino alla prossima volta che si paleseranno davanti a noi.


Il singolo d’esordio della giovane cantante americana ne mostra tutta la crudezza della scrittura, parole e frasi da cui traspare la sua sofferenza e la fatica di un’infanzia avara d’amore e nutrita dalla paura, anche nell’ambiente familiare. Debitore di un'estetica rock and roll tagliente, il brano lascia intuire l’anima tormentata della sua autrice che cerca una via di fuga, a ritmo di musica.


Antivst, da qualche anno sotto contratto con la NyNa City 91 records di Napoli, e sotto la produzione artistica di Antonio De Carmine Principe che sta curando l'intero progetto, ha realizzato questo primo singolo con il producer Enzo Russo, aka V_Rus, anche compositore, con Antivst della traccia. Lo stesso V_Rus ha curato anche mix e mastering, con la collaborazione e la supervisione di Antonio De Carmine Principe.


Natalie Raquel Marti, in arte Antivst, è una cantautrice americana.

Nasce a Takoma Park, nel Maryland e inizia a pubblicare la sua musica, le sue canzoni e i suoi testi su Soundcloud nel 2018.

Sceglie lo pseudonimo Antivst per l’ispirazione e ammirazione di band alternative come Bring Me The Horizon, senza nessuna ambizione se non alcune parole scritte sul suo diario e convertite in canzoni, registrate da sola nella sua stanza da letto. I gruppi che la influenzano profondamente sono Alice In Chains, Pearl Jam, Audioslave, The Rolling Stones, Nirvana, Pink Floyd, The Pretty Reckless, The Neighborhood, Arctic Monkeys e Dorothy.

Ben presto diventa popolare su molte piattaforme musicali, pubblicando canzoni come “Zombie”, un suo inedito, che supera i 100.000 ascolti nelle prime settimane dall’uscita. Diversi suoi singoli superano i 30.000 ascolti e vengono piazzati nella sezione Alternative di Soundcloud, entrando in numerose playlist.

Viene da una famiglia in cui vive un'infanzia difficile, che descrive nei suoi testi.

Riesce a trasformare il dolore in musica. Partecipa a spettacoli rap, emo, underground durante i suoi anni di adolescenza arrabbiata, si appassiona al grunge rock e all’alternativ rock che la aiutano a maturare parte del suo percorso personale e a creare un suo stile musicale unico, con testi che escono senza nessun filtro, proprio come facevano e fanno i suoi eroi della musica.

Lil Peep è l'artista con cui si identifica di più. È a questo punto che inizia a pensare alla musica come uno sbocco professionale, colpita da come lui dia tutto se stesso sul palco. Riesce a vederlo in concerto poco prima della sua morte.

Al liceo fare amicizia o stringere relazioni è doloroso, ma fortunatamente incontra un'altra anima artistica sensibile, Emilia Corvino, durante il secondo anno di lezione di teatro. Tra le due ragazze si crea un legame fortissimo e diventano inseparabili. È proprio Emilia Corvino che presenta Natalie a Victoria Mellon e Giuseppe Corvino, nel periodo in cui stavano creando la loro etichetta discografica, Nyna City 91 records, con l’amico di una vita, il cantautore napoletano, musicista e produttore Antonio De Carmine, che dopo aver ascoltato i demo di Antivist, chiede a Emilia di portarla in Italia, a Napoli.

Questo ambiente professionale, la città di Napoli, queste persone intorno a lei, questa nuova famiglia, le danno il coraggio di spingersi oltre i suoi limiti vocali e compositivi ed è così che arriva la pubblicazione di “Slenderman” il primo singolo.


Etichetta: NyNa City 91 records


SPOTIFY

INSTAGRAM

TIK TOK

TWITTER


l’altoparlante - comunicazione musicale

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page