top of page
  • Redazione

Beppe Cunico “From Now On”, il secondo disco di inediti

Una personale lotta contro il decadimento socio culturale
degli ultimi decenni



«E questo musicare la storia è una gioia immensa che porto dentro di me e che dedico a mia moglie e ai miei figli e a Sandro. Fin da subito avevo chiaro in mente il suono che doveva accompagnare le mie parole di condanna e rinascita. Scrivendo quasi tutti i brani con la chitarra elettrica, ho creato due entità Mian ed Egon, per raccontare la mia versione dell’eterna lotta tra il bene e il male. Inizia così il cammino atto a risvegliare le coscienze. Il viaggio è una presa di coscienza della vita più vera e intima, fondata su sani principi, con lo scopo di far crollare stereotipi e falsità e riscoprire un mondo di bellezza, un mondo nascosto di persone che già hanno intrapreso questo cammino, ma che sono oscurati dall’ombra creata da una classe dirigente politica e finanziaria incompetente e poco lungimirante». Beppe Cunico


“From Now On” è il secondo disco di inediti di Beppe Cunico, cantautore, musicista e ingegnere del suono vicentino, un lavoro duro e ricco di rabbia che porta in musica l’eterna lotta tra il bene “Mian” e il male “Egon”. Un disco fatto di energia positiva che riporta la musica suonata in primo piano, in totale libertà da vincoli di moda o tendenza.


Track by track:


1 - “Slow Breath Coming”
È un grido di condanna verso l’egoismo e l’avidità che permea quella ristretta cerchia di persone che, purtroppo, governano il mondo, calpestando tutto e tutti, sotterrando Mian. Ma il sentimento di rimorso aprirà una breccia e ci sarà una rivincita.

2 - “Non Dystopic Future”
Racconta la rinascita di Mian e il suo cammino assieme ad altri come lei, verso un futuro non distopico. Il viaggio è una presa di coscienza della vita più vera e intima, fondata su sani principi, con lo scopo di far crollare stereotipi e falsità.

(Qui il video del singolo: NON-DYSTOPIC FUTURE)

3 - “Hidden World”
Un mondo nascosto di persone che già hanno intrapreso questo cammino, ma che sono oscurati dall’ombra creata da una classe dirigente politica e finanziaria incompetente e poco lungimirante. superando difficoltà e ostacoli, ingoiando spesso amaro, per rendere il pianeta e la vita stessa, migliore. Dedicata al figlio Paolo.

4 - “Going Beyond”
E questo messaggio comincia a fare breccia nella gente comune, che inizia a riflettere sull’ inutilità della propria vita fatta di deresponsabilizzazione e, seguendo la musica nell’aria, si unisce a Mian.

5 - “Love Remain the same”
Ci si accorge dell’amore eterno, fatto di piccoli gesti, episodi, incontri, che incidono sulla tua vita per sempre, che il dare conta di più del ricevere. Può succedere di tutto, ma il vero amore è per sempre. Dedicata ad Ann (Rest in Peace), Maurice, Pam, Craig, Alex, Lucy and the babies.

6 - “Non Sense”
Guerra, rifugiati, vite spezzate. Gli animali non si uccidono tra loro per una sporca percentuale… bisognerebbe imparare dalla storia, come dovrebbe fare chi comanda. Purtroppo ciclicamente il senso di onnipotenza prevale sulla ragione.

7 - “Misunderstanding”
Quando una critica ti sprona a migliorare, perché è il confronto e la collaborazione che ti portano a crescere. Dedicato al produttore Sandro Franchin.

8 - “Shake the Human Beings”
Adesso Mian è parte di noi e tutti insieme danziamo gioiosi con lei, in un pogare felice e gentile, per abbattere quei muri intorno a noi. Ci facciamo sì delle ferite, ma facilmente guaribili.

9 - “Awakening”
Adesso che il risveglio umano e tecnologico è avvenuto, un solco indelebile è stato creato e tutti insieme camminiamo mano nella mano verso l’orizzonte, verso una vita migliore, che vale la pena di viverla

10 - “No One Can Erase This Love”
«Questo musicare la storia è una gioia immensa che porto dentro di me e che dedico a mia moglie e ai miei figli e a Sandro» (Franchin, produttore del disco e amico dell’artista).


Beppe Cunico nasce come batterista negli anni ‘80, diventando poi sound engineer e producer dal ‘90 al 2006.

Dopo anni di distanza forzata dalla musica, il 26 aprile 2016, grazie ad un magico concerto di Steven Wilson, si riaccende la passione di fare musica. Uno shock travolgente che grazie all’aiuto di Sandro Franchin, suo amico, collaboratore in studio e produttore, si arriva al disco d’esordio “Passion, Love, Heart and Soul”. Forte dell’influenza degli anni Settanta da band come Pink Floyd e Genesis, con l’aggiunta di U2, Cure e Police ma soprattutto quella più forte e recente di Steven Wilson, fa si che questo primo album rappresenti a suo modo anche un tributo ai suoi “eroi” fonti d’ispirazione artistica e di vita.

Dopo aver raccolto consensi dal vivo, arriva al secondo lavoro di inediti “From Now On” in uscita per Dischi Soviet Studio il 24 novembre 2023 e anticipato dai singoli “Hidden World”, “Non Dystopic Future” e “Slow Breath Coming”.


Etichetta: Dischi Soviet

Release album: 24 novembre 2023




3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page