top of page
  • Immagine del redattoreinfo570686

Bob Balera - “Maledetta America”

Il quarto singolo estratto dall’ album “Pianeti” del duo veneto



Il testo è ispirato a una storia vera. Un amore che nasce e finisce durante un viaggio in America. Una riflessione di come, in fondo, l’amore dura esattamente quanto un viaggio: nasce, cresce, muore e viene dimenticato con la medesima velocità.


«Per la copertina ci siamo ispirati ad un grandissimo film degli anni ’90: American Beauty. Un film premiato, descritto come una satira sugli obiettivi di vita dell'americano medio e sul concetto stesso di bellezza, uno sviluppo dell'amore romantico e della sessualità. Temi sempre molto presenti in tutte le nostre canzoni.

Come protagonista di questa copertina abbiamo scelto Lara Lago, giornalista per Sky che, dopo aver lavorato nel panorama del giornalismo locale veneto, vive a Tirana e Amsterdam dove dirige un canale video dedicato a storie di donne ed emancipazione. Dai suoi social e dai talk show televisivi combatte gli stereotipi, per una società più giusta ed inclusiva senza grassofobia. Abbiamo quindi voluto inserire sessualità, bellezza, anticonformismo e attivismo sociale in quest’unica foto scattata da Daniele Micheletto». Bob Balera


“Maledetta America” è il nuovo singolo estratto dall’ultimo lavoro discografico del duo veneto “Pianeti” che da oggi si arricchisce anche di un SongBook disponibile gratuitamente in rete.



Bob Balera nasce come progetto elettro-pop da un'idea del cantante Romeo Campagnolo e del polistrumentista Matteo Marenduzzo. Nel 2014 pubblicano il loro primo singolo, “Giorni da cicala”, e il b-side “Rimbalzi”, ottenendo ottimi riscontri da parte di pubblico e addetti ai lavori. Segue un’attività live intensa che porta la band ad esibirsi in varie zone d’Italia. Nel 2017 entrano a far parte della scuderia Dischi Soviet Studio e sfornano il loro album d’esordio “E’ difficile trovarsi”. Successivamente, grazie all’incontro con il produttore Claudio Corradini, pubblicano il singolo “Non chiami mai”, per poi dedicarsi anima e corpo ad un lavoro discografico più lungo e complesso. La tragica scomparsa del mentore Corradini, avvenuta nel 2021, rallenta l’evoluzione del nuovo percorso artistico della band, che trova infine una nuova guida musicale in Sandro Franchin, produttore che sposa un’immagine più rock della stessa mantenendo inalterati i connotati originali. Il 28 Ottobre 2022 è uscito il loro secondo lavoro sulla lunga distanza, l’album “Pianeti”, anticipato dai singoli “Rimini”, “Dimmi Che” e “L’astronave”.


Etichetta: Dischi Soviet Studio


Facebook

Instagram


Twitter


Spotify

Sito Web


YouTube

TikTok



l’altoparlante - comunicazione musicale




3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page