top of page
  • Redazione

Helle - Baby!

Il secondo singolo estratto dal nuovo concept della cantautrice bolognese



La personalità di un uomo con dei problemi di dipendenza, solitario, indomabile.

“Baby!” è il secondo singolo estratto da “La Liberazione”, il secondo disco della cantautrice e producer bolognese Helle.

In questo concept album Helle si fa narratrice, attraverso un folk essenziale ed un linguaggio diretto, del ritorno all’istinto e alla libertà primordiale; una storia in cui amore, natura e debolezze umane si incontrano e si separano. Una decisa virata sonora e stilistica rispetto al pluripremiato disco d’esordio “Disonore”, ma capace di coniugare nuovamente in maniera moderna e urban il songwriting, senza tralasciare del tutto la vena poetica di “Carovane”, la raccolta di poesie appena pubblicata dalla stessa cantautrice.

«Baby! è una canzone che pone gli accenti su certi effetti distruttivi della droga. L’ho scritta dopo una brutta esperienza con una persona che amavo» Helle

Dicono de “La liberazione”

«In bilico tra folk legato alle radici più battagliere e sapori più moderni, dilli in ballate dalle tinte rock e pop più incisive, a tratti forse tanto melodiche, ma particolari». Rumore

«Ascoltiamo La liberazione con quell'immersione totale che serve per godere a pieno di uno storytelling che dura dieci brani. Una storia d'amore, di consapevolezza, se vogliamo anche di emancipazione...un folk dal retrogusto nordico e favolistico quanto basta per stagliarsi dalle solite abitudini indie-pop a cui siamo ormai abituati». Raropiù

«In fondo è una canzone, la sua, che narra di come l’emancipazione di individuo nasca dalla solitudine per poi tornarci dopo aver raschiato fondo e vette illuminate, dopo aver conosciuto l’amore anche dentro le sue zone d’ombra. Quando si mescolano i significati e quando si perde di vista la verità. Un disco cantautore, quasi folk, sicuramente naturale… alla natura nasce e alla natura torna. Nei suoni come nelle liriche…». Meiweb

«Sembra un inno alla bellezza, alla natura, alla soave semplicità degli elementi questo inizio de “La liberazione”, nuovo disco di Lisa Brunetti in arte Helle. Nuovo disco che, dopo un esordio importante come “Disonore”, conferma due parole d’ordine: maturità nel gusto e padronanza del mezzo». MusicMap

«La sperimentazione è tanto rivolta al sentire umano più che alla mera estetica radiofonica… anzi “La liberazione” ha davvero un impatto letterario cucito dentro un suono pregiato e ottimamente prodotto… come d’altronde ci aveva ampiamente convinto sin dal suo esordio». EXTRA! Music Magazine

«E in questo nuovo disco dal titolo manifesto “La Liberazione” colpisce immediatamente il ruolo prioritario che la narrazione ha sul ricamo del suono. Canzoni che affrontano un tema, un vero e proprio concept che si dipana dentro dieci inediti la cui produzione ha un ché di metafisico, di favolistico…». BravOnLine

Lisa Brunetti, in arte Helle, nasce a Bologna nel giugno 1994. Comincia a scrivere poesie ad 11 anni, a suonare la chitarra dall’adolescenza. Ha lavorato per quattro anni in Fonoprint, dove ha avuto l’opportunità di conoscere e collaborare con Bruno Mariani. Negli stessi anni ha suonato con Ricky Portera. Nel 2016 partecipa ad Area Sanremo arrivando fra i 70 finalisti del concorso. Dopo la pubblicazione di vari singoli in inglese e in italiano, arriva per Helle il momento di intraprendere una nuova fase della sua carriera artistica. Nel 2020 escono in radio i singoli “Tra le strade della mia città” e “Al Pacino”. Seguono questa uscita i brani “Carovane” e “Rispetto”. Il 25 giugno 2021 pubblica l’album “Disonore”, prodotto, suonato e arrangiato dalla stessa Helle. Un disco electro pop che caratterizza il nuovo corso artistico e professionale della cantautrice e producers, che ha vinto il Premio speciale assegnato dal MEI «Per aver affrontato con sonorità spiccatamente elettro-indie e liriche dal forte peso sociale, il tema della Libertà attraverso l’analisi delle sfumature dell’animo umano, soprattutto quello femminile».

Successivamente pubblica “2, 107”, brano con il quale vince il Premio Lunezia New Mood «Per aver offerto nel brano 2, 107 una visione delicata e cruda con tappeti sonori moderni e sperimentali sulla morale delle donne».

Ha vinto, al Salone Internazionale del Libro di Torino il Premio della critica all’interno della rassegna del Premio InediTo 2022 per la sezione “Testo canzone” ed è stata finalista del Premio Bindi 2022. “Tu mi volevi bene”, “Chimere” e "Tom" sono gli ultimi singoli estratti dal disco d'esordio.

Il 13 gennaio 2023, da alle stampe in versione cartacea ed ebook, il libro di poesie "Carovane" (ZONA Contemporanea), in contemporanea con l'uscita del singolo “Oggi è già ieri, il domani è eterno” realizzato e prodotto dalla stessa autrice. Le poesie di Helle - fuori dal disincanto, ma mai con distacco - poggiano sulla forza della parola e su immagini che si prestano alla metafora e all'allegoria, rivelando una scrittura consapevole, complessa come la realtà che descrive. A febbraio è partito da Bologna il Carovane Tour che l'ha vista impegnata in oltre 30 date tra prestigiosi club e festival. Il 5 maggio esce "La liberazione", il suo nuovo concept-album presentato nella sede del Club Tenco e ispirato alla storia di un amore perduto. Viene estratto il singolo "Simone", e intanto si fa strada fino alle finali di "Musicultura", "Premio Artista che non c'era", "Premio Lauzi" dove vince il Premio miglior testo, "Premio Botteghe d'autore" e si appresta ad affrontare le finali di "Onda Rosa indipendente" e "Premio De Andrè".


CONTATTI E SOCIAL

4 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page